1613

193

Martinez

Nome: Martinez
Origine: Cocktail Internazionale
Tipologia: All Day
Tecnica:  Stir&Strain
Bicchiere: Cocktail glass

Ricetta:
-50 ml gin
-25 ml sweet vermouth
-10 ml dry curaçao
-10 ml extra dry vermouth

Guarnizione: zest d’arancia

Preparazione:
1.Partire con un mixing-glass ghiacciato o riempirlo con ghiaccio e raffreddarlo con l’ausilio del Bar-spoon, dopo di che eliminare il ghiaccio e versare gli ingredienti all’interno.
2. Aggiungere ghiaccio nuovo all’interno del mixing-glass e mescolare con il bar-spoon per il tempo necessario per raggiungere la corretta diluizione e raffreddamento.
3. Una volta finita la lavorazione filtrare il tutto con l ‘ausilio di uno strainer all’interno di una coppetta precedentemente raffreddata.

4.Infine, aggiungere la guarnizione espressa nella ricetta.

Informazioni:
Il Martinez original si pensa fosse fatto con Dutch jenever e non Old Tom inglese o dry gin, il bartender O’Byrons nel 1884 nel “The Modern Bartender” scrisse anche che avrebbe avuto un dash di angostura e uno di orange curaçao.

Si pensa che il Martinez sia “Padre” del Martini o almeno di aver avuto una grande influenza, le origini non sono certe ma si suppone sia nato tra il 1860 e 1870 ma il primo ad averlo pubblicato fu O.H. Byron’s nel “The Modern Bartender”, 1884.
Byron sostiene che il Martinez è come un Manhattan con il gin al posto del whisky.

Vi sono diverse storie d’origine del Martinez:

The Occidental Hotel nella quale Thomas era bartender, l’hotel si trovava al porto di Martinez dove ogni giorno sbarcavano moltissimi turisti proveniente da Montgomery in California. La storia sostiene che Thomas creò questo drink per i visitatori ma che poi lo nominò successivamente. Thomas non  pubblicò la ricetta del Martinez sulla sua cocktail guide datata 1862, ma venne pubblicata nella versione del 1887.